Ricorso PENSIONI

La Consulta si pronuncerà il 24/10/2017

 

UDIENZE

 

Corte dei Conti

Abruzzo
22 novembre 2016
n. ruolo 19378
7 febbraio 2017
n. ruolo 19379

Basilicata
21 febbraio 2017
n. ruoli 8332-8333

Emilia Romagna
10 ottobre 2017
n. ruolo 44619
data da definire
n. ruolo 44620

Piemonte
16 dicembre 2016
n. ruolo 200047
20 dicembre 2016
n. ruolo 200046

Lazio
n. ruoli 74779-74781

Lombardia
13 gennaio 2017
n. ruolo 28641
25 gennaio 2017
n. ruolo 28640

Toscana
7 febbraio 2017
n. ruoli 60661-60662

Umbria
n. ruoli 12242-12243

Rinnovo contratti pubblici: continua il confronto con le Parti sociali

Il confronto tra le Confederazioni rappresentative e l’ARAN sul rinnovo dei contratti dei dipendenti pubblici iniziato il 27 giugno, ripreso mercoledì scorso (2 agosto) continuerà lunedì 28 agosto alle ore 10.00.
Nel corso dell’ultima riunione sono state definite le modalità operative ed il calendario degli incontri.
Il tavolo con le Confederazioni
che riprenderà le trattative il 28 agosto affronterà le tematiche contrattuali generali (come sanzioni disciplinari, lavoro agile, welfare aziendale) a seguire si apriranno i tavoli spettanti alle trattative contrattuali di categoria:

  • 31 agosto convocazione delle Confederazioni e delle Federazioni rappresentative nelle funzioni centrali;
  • dal 5 al 7 settembre le convocazioni riguarderanno i comparti sanità e scuola, istruzione e ricerca;
  • dall’11 al 15 settembre saranno avviate le trattative per le funzioni locali.

La CONFEDIR ha ribadito e ribadisce quanto già dichiarato in altre occasioni e cioè che non accetterà per la dirigenza il c.d. contratto alla “Robin Hood”, che le trattative per le aree dirigenziali devono essere avviate contestualmente a quelle dei comparti, e che le risorse a disposizione sono insufficienti.

E’ necessario ha ribadito il Segretario Generale  prof. Michele Poerio che la legge di bilancio preveda uno stanziamento per i rinnovi dei contratti, adeguato alle perdite subite dai dipendenti pubblici dopo il reiterato blocco della contrattazione. La Ragioneria dello Stato ha calcolato, infatti, che la retribuzione media del pubblico impiego è scesa di 209 euro in un anno.
Il Segretario assicura che la Confederazione si attiverà in tutte le sedi per evitare che il rinnovo dei contratti dei dirigenti pubblici sia una farsa.

I Commenti sono chiusi

AREA QUADRI

CONFEDERAZIONE EUROPEA SINDACATI INDIPENDENTI

CONFEDIR
Associazioni Aderenti

DA NON PERDERE

GAZZETTA AMMINISTRATIVA

CISAL SERVIZI

PENSIONOMETRO

Finestra sull'Europa