• «Non si può essere «dirigenti» o «guida» di altri senza la consapevolezza di tale responsabilità; e senza, nel contempo, l’umiltà di chi sa di dover rendere un servizio che, seppur di particolare delicatezza e importanza, non dà a chi lo presta diritti di privilegio»

    Vittorio Bachelet

IN EVIDENZA

Giornata di studio organizzata da UDIR
Io Dirigente - Roma - 8 Novembre 2018
Tavola rotonda sulle pensioni
Verona - 20 Ottobre 2018
ARAN - 4 Ottobre 2018 - Contrattazione Funzioni Centrali
Le confederazioni autonome abbandonano il tavolo congiunto
La nuova Privacy
Regolamento UE 679/16 i nuovi adempimenti

Eventi

Pubblichiamo la locandina di una giornata di studio organizzata dall’UDIR.

IO DIRIGENTE – Sicurezza – Salute – Retribuzione – Relazioni Sindacali
Roma 8 Novembre 2018 – IIS Via dei Papareschi

tavola rotonda verona

UN SUCCESSO LA TAVOLA ROTONDA SULLE PENSIONI,  organizzata dall’APS-LEONIDA  sabato scorso a Verona alla quale ha partecipato il Prof. Michele Poerio, Segretario generale CONFEDIR e Presidente del Forum Pensionati.
Si è cercato di fare chiarezza sul taglio delle pensioni c.d. “d’oro”. …” la nostra battaglia è impopolare, ma giusta. Dobbiamo dare la caccia alle fake-news pensionistiche” ha dichiarato Giuliano Cazzola noto esperto pensionistico.
Il Prof. Alessandro Mazzuzzo (già Rettore dell’Università di Verona ed attuale Presidente della Fondazione Cariverona) ha sottolineato che: “le pensioni d’oro o presunte tali sono attaccate con espressioni volgari, che non tengono conto di quanto Noi professionisti abbiamo dato a questo Stato. Abbiamo svolto una rilevante attività pubblica e professionale, con impegno e qualificazione, senza limiti di orario. Abbiamo tutelato la salute, abbiamo amministrato la giustizia, abbiamo lavorato per Stato e Parastato per un intero ciclo vitale, con qualità . E ora, da pensionati, siamo penalizzati”.
La CONFEDIR, insieme con FORUM PENSIONATI ed APS LEONIDA, promuoverà un’azione legale contro i nuovi tagli pensionistici, sia che si tratti della trasformazione in legge del PDL1071 che di nuove norme punitive, inserite nella Legge di Stabilità 2019.
Leggi il Report completo dell’evento.

legge di bilancio 2019-2021

Analisi e commento alla Nota Def 2018.

news

Start Magazine – 11 Ottobre 2018
Pensioni, ecco perché sarà impugnato il progetto giallo-verde D’Uva-Molinari
di Michele Poerio

Audizione Camera-Pdl D’Uva-Molinari

CONFEDIR E FORUM PENSIONATI CONTRARI ALLA PROPOSTA DI LEGGE SUI TAGLI ALLE PENSIONI
PERCHE’ INIQUA ED ILLEGITTIMA

La CONFEDIR ed il FORUM PENSIONATI hanno ribadito in audizione alla Commissione Lavoro della Camera dei Deputati la propria contrarietà alla proposta di legge D’Uva – Molinari che interviene sui trattamenti pensionistici.

“Le Organizzazioni che rappresento – ha affermato il Segretario generale Michele Poerio –  hanno rilevato diversi profili di illegittimità che brevemente riassumo: Continua a leggere

audizione camera dei deputati

Camera dei Deputati – Commissione Lavoro – 9 Ottobre 2018

La CONFEDIR audita sull’AC 1071 di iniziativa D’Uva-Molinari “Disposizioni per favorire l’equità del sistema previdenziale attraverso il ricalcolo, secondo il metodo contributivo, dei trattamenti pensionistici superiori a 4.500 euro mensili”.

contrattazione: comunicato stampa congiunto

CIDA CODIRP CONFEDIR COSMED
CCNL dirigenza Funzioni Centrali: le CONFEDERAZIONI AUTONOME ABBANDONANO IL TAVOLO

04-10-2018 – Ieri pomeriggio alla ripresa della trattativa per il rinnovo del CCNL area dirigenza delle funzioni centrali dopo l’esame della nuova bozza di contratto pervenuta il 2 ottobre scorso, le confederazioni CIDA, CODIRP, CONFEDIR e COSMED, rappresentative della maggioranza assoluta del Tavolo, hanno dichiarato unitariamente all’ARAN e a tutte le altre OO.SS. presenti come pregiudiziale la irricevibilità del testo trasmesso perché regressivo e divisivo per tutte le componenti delle categorie ricomprese nell’area di contrattazione. Nel documento presentato sono state ignorate tutte le richieste formulate ai tavoli precedenti, disattendendo il metodo di lavoro che avrebbe snellito le procedure e accelerato le trattative. Hanno chiesto di ritirare la bozza e riprendere la riunione con la bozza discussa il 12 luglio scorso, da implementare nell’incontro e di sentire le altre Organizzazioni Sindacali.
In assenza di risposta, le Confederazioni hanno abbandonato il Tavolo congiunto.
(Notizia battuta dall’ANSA 4-10-18)

aran

Prossimi appuntamenti:
4 ottobre  – prosecuzione trattative rinnovo contrattuale funzioni centrali
11 ottobre – comitato paritetico

la confedir scrive al Ministro bongiorno

Il Segretario Generale della CONFEDIR, Prof. Michele Poerio, scrive al Ministro della Pubblica Amministrazione, Giulia Bongiorno, in merito alle recenti esternazioni del portavoce di Palazzo Chigi sui dirigenti del MEF. Si sottolinea l’increscioso accaduto che si ritene non debba essere minimizzato perché tradotto in un vero e proprio attacco ai dirigenti ed alle funzioni che gli stessi sono chiamati ad esercitare. Invocando il rispetto degli articoli 97 e 98 della Costituzione si ritiene opportuno ed urgente un confronto con le parti sociali per affrontare il serio tema della separazione tra politica ed amministrazione.

L’assedio alla dirigenza pubblica: sempre più aspro e ingiustificato

La CONFEDIR chiede l’intervento dell’On. Bongiorno Ministro della Funzione Pubblica!
“I dirigenti pubblici sotto assedio” titolava l’editoriale di Sabino Cassese sul Corriere della Sera un anno fa, la situazione purtroppo non cambia ma si ripete e si aggrava.
L’attacco non solo continua ma raggiunge con il caso del portavoce di Palazzo Chigi un livello non immaginabile in un Paese democratico.
Nel caso specifico si accusa la dirigenza di non voler reperire le risorse economiche per finanziare i programmi di Governo, concepiti senza la previsione di adeguate coperture finanziarie. L’indicazione degli interventi necessari per incrementare le entrate di bilancio o il taglio delle spese rientrano nell’ambito delle scelte politiche, che i tecnici traducono in atti amministrativi.
La Confederazione esprime solidarietà ai colleghi del MEF e chiede l’ intervento del Ministro della Funzione Pubblica per la tutela delle funzioni e delle prerogative dirigenziali a garanzia de buon andamento ed imparzialità della Pubblica Amministrazione.