• «Non si può essere «dirigenti» o «guida» di altri senza la consapevolezza di tale responsabilità; e senza, nel contempo, l’umiltà di chi sa di dover rendere un servizio che, seppur di particolare delicatezza e importanza, non dà a chi lo presta diritti di privilegio»

    Vittorio Bachelet

IN EVIDENZA

Assemblea Latina - 23 marzo 2019
Legge di Bilancio 2019 e tagli alle pensioni
Legge di bilancio 2019 iniqua e senza prospettive
La CONFEDIR audita a Palazzo Chigi per la manovra finanziaria
Manifestazione contro il taglio alle "pensioni d'oro"
Milano - 14 Dicembre 2018
La CONFEDIR audita in Senato
Concretezza nelle PA e prevenzione assenteismo
Sciopero dei medici
Formiche - Articolo di Stefano Biasioli
Giornate di studio organizzate da UDIR
Io Dirigente - Sicurezza-Salute-Retribuzione-Relazioni sindacali

Assemblee Azioni legali

Legge di bilancio 2019 e tagli alle pensioni
Assemblee promosse  da CONFEDIR-FEDERSPEV-FORUM NAZIONALE DEI PENSIONATI

Latina – 23 Marzo 2019 – scarica la locandina.
Taranto – 10 marzo 2019 – scarica la locandina.
Reggio Emilia – 22 Febbraio 2019 – scarica la locandina.

CNEL cerimonia 60 anni

Celebrazione del sessantesimo anniversario del CNEL il prossimo 12 marzo alla presenza del Presidente del Senato.
Scarica il programma.

news fisco

Dei delitti fiscali e dei condoni – Sole 24 Ore – 20 febbraio 2019

riforma previdenziale

La CONFEDIR incontra il Sottosegretario Durigon

La CONFEDIR ha incontrato giovedì 28 febbraio al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali il Sottosegretario di Stato On. Claudio Durigon.
Il Segretario generale Michele Poerio ha ringraziato per la convocazione, ma ha contestualmente espresso tutto il disappunto della Confederazione per il metodo seguito.
Il confronto in materia previdenziale per essere realmente costruttivo deve essere preventivo e non in itinere o successivo all’adozione parlamentare dei provvedimenti.
La Confederazione ha espresso preoccupazione per la sostenibilità della cd quota 100 e per i conseguenti effetti sul bilancio pubblico, fonte di possibili squilibri e causa d’allarme anche per l’Unione Europea.
“La riforma previdenziale – ha dichiarato il Segretario generale Michele Poeriodeve essere strutturale. La prima grande questione da affrontare è la separazione fra previdenza ed assistenza, La spesa pensionistica è, infatti, in attivo , mentre è quella assistenziale in costante crescita di circa il 6% all’anno. Soltanto dopo si potranno definire delle misure efficaci per una riforma pensionistica globale e quindi di lungo periodo.
Abbiamo ribadito – conclude Poerio – tutta la nostra contrarietà alle misure contenute nella legge di bilancio quali il  taglio delle cosiddette pensioni d’oro e l’abbattimento della perequazione oltre 1.500 € lordi mensili, misure inique e viziate di incostituzionalità”.

eventi cnel

Calendario delle iniziative CNEL dal 25 febbraio al 1° marzo 2019.

CCNL DIRIGENZA AREA FC

Prima apertura verso il rinnovo per il CCNL dirigenza Area Funzioni Centrali dopo l’incontro in ARAN.
Leggi il comunicato congiunto CIDA-CODIRP-CONFEDIR e COSMED.

Ddl concretezza-audizione camera dei deputati

La CONFEDIR è stata audita, martedì 19 febbraio, alla Camera dei Deputati dalle Commissioni riunite I Affari Costituzionali e XI Lavoro Pubblico e Privato.
Il Segretario Generale Prof. Michele Poerio ha illustrato e consegnato una memoria confederale (comprensiva di proposte emendative)sul provvedimento in discussione.
Pur apprezzando alcuni interventi del Ministro Bongiorno e ritenendoli un buon punto di partenza per il confronto con le Parti Sociali la Confederazione non si è potuta esimere dall’evidenziare alcune criticità del Ddl in esame, inerenti le misure contemplate.
Il Segretario Generale, nella replica, ha chiesto alle Commissioni di sostenere la richiesta già avanzata dalla CONFEDIR al Ministro della Funzione Pubblica di istituire dei gruppi di lavoro tematici per condividere con le Parti Sociali i punti d’intervento nel Pubblico Impiego.
L’obiettivo comune deve essere il miglioramento dei servizi resi ai cittadini valorizzando il merito e le competenze effettive di ciascuno.
I dirigenti e i professionisti devono essere – ha concluso Poerioriconosciuti parte attiva nei processi di cambiamento ed innovazione della Pubblica Amministrazione, nella più ampia autonomia dalla politica, agli stessi è affidata, infatti, la piena responsabilità dell’imparzialità, della legalità, dell’economicità e del buon andamento della Pubblica Amministrazione”.
La proposta di istituire i tavoli tematici è stata apprezzata dagli Onorevoli intervenuti che hanno dichiarato che la sosterranno, facendosene portavoce con il Ministro Bongiorno.

taglio alle pensioni: non ci resta che ricorrere!

di Michele Poerio
Scarica l’articolo.

trattative ccnl area funzioni centrali

Riprese le trattative per il rinnovo del contratto dei dirigenti professionisti e medici
COMUNICATO STAMPA delle confederazioni maggiormente rappresentative del tavolo

Ripartenza nella trattativa dopo uno stop ingiustificato

31-1-2019 – Ieri pomeriggio è ripresa la trattativa per il rinnovo del CCNL dell’area della dirigenza delle funzioni centrali, per l’esame della nuova bozza di contratto. Le confederazioni CIDA, CODIRP, CONFEDIR e COSMED, rappresentative della maggioranza assoluta del tavolo in quanto facenti parte di un cartello nell’area dei dirigenti delle funzioni centrali, hanno innanzitutto stigmatizzato il fatto che, dall’ultimo incontro, siano passati ben 4 mesi.
In quell’occasione, il 4 ottobre scorso, le confederazioni hanno abbandonato il tavolo perché non condividevano la proposta dell’ARAN: da quel momento hanno comunque continuato ad apportare il loro contributo, avanzando le loro proposte alla trattativa.“Si è trattato quindi di un intervallo troppo lungo ed ingiustificato – ha dichiarato Giorgio Rembado, presidente della Fp CIDA– 4 mesi fa abbiamo manifestato il nostro dissenso andando via, per lasciare il tempo necessario all’ARAN di riformulare il testo. Non avremmo mai immaginato di dover attendere 4 mesi. Ora, comunque, siamo ad una nuova partenza e ribadiamo di voler lavorare per una rapida conclusione della trattativa”.
Ancora una volta, il cartello delle confederazioni esprime il suo disappunto per non aver ricevuto in tempo il testo della bozza di contratto: “Non abbiamo intenzione di improvvisare la lettura e l’approfondimento del testo – sottolineano le confederazioni CIDA, CODIRP, CONFEDIR e COSMED – oggi abbiamo quindi esercitato solo una funzione di ascolto. D’ora in poi definiremo con l’ARAN un calendario dei lavori che sia il più possibile serrato e condiviso. Chiediamo inoltre che, dal prossimo incontro, il tavolo sia generale, politico e tematico”.
“La nostra proposta – concludono le confederazioni CIDA, CODIRP, CONFEDIR e COSMED – resta quella di iniziare dalle parti comuni e dare poi grande sviluppo alle norme contrattuali riconducibili a tutti i destinatari del contratto, dai contenuti della parte normativa alla discussione della parte economica”.

 

Pioggia di ricorsi a tutela di tutte le pensioni!

Intervento del Segretario Generale CONFEDIR e Presidente FORUM Pensionati Prof. Michele Poerio all’Aria che Tira su La7 del 30-1-2019.