• «Non si può essere «dirigenti» o «guida» di altri senza la consapevolezza di tale responsabilità; e senza, nel contempo, l’umiltà di chi sa di dover rendere un servizio che, seppur di particolare delicatezza e importanza, non dà a chi lo presta diritti di privilegio»

    Vittorio Bachelet

IN EVIDENZA

Audizione al Ministero del Lavoro - 27 gennaio 2020
Riforma previdenziale
Ripresa confronto parti sociali
La CONFEDIR audita al Ministero del Lavoro e Presidenza del Consiglio
Comunicato della Corte Costituzionale
La Corte apre all'ascolto della società civile
La Corte dei Conti boccia i tagli alle pensioni
Sentenza n. 6 Corte dei Conti di Trieste

L’Agenzia delle Entrate al collasso

Intervento dell’On. Maurizio Leo a Coffee Break – La7 del 6 febbraio 2020.

riforma pensioni 2021

Roma – 27 Gennaio 2020
Audizione al Ministero del Lavoro in tema di riforma previdenziale

Importante e proficuo incontro ieri alla presenza del Ministro Catalfo e delle Parti Sociali. Audizione ricca di contenuti ed iniziative il cui focus verterà sul superamento delle varie criticità della previdenza. Leggi il comunicato CONFEDIR.

UDIR INCONTRA La MINISTRa AZZOLINA

COMUNICATO STAMPA
DIRIGENTI SCOLASTICI – Resoconto incontro con la ministra Azzolina:
proposte UDIR su reclutamento, organici, mobilità straordinaria

Il 22 gennaio 2020 il giovane sindacato ha incontrato la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina; tanti i temi trattati. Ecco il resoconto ufficiale a cura di UDIR

Il giovane sindacato, al fine di eliminare il fenomeno delle reggenze, ha chiesto lo scorrimento delle graduatorie di merito degli idonei dell’ultimo concorso, nuove regole che consentano la mobilità di tutti i dirigenti già assunti con riguardo all’anzianità e il ripristino del numero delle 4 mila sedi soppresse dieci anni fa. L’obiettivo di Udir è quello di ridurre drasticamente il fenomeno delle reggenze, che devono essere utilizzate essenzialmente per la copertura di posti che si rendono vacanti per motivi di mutamento di stato giuridico del ds titolare, valutando a questo fine l’opportunità di prevedere, fin dal primo provvedimento legislativo utile, che la graduatoria di merito del concorso 2017 possa correre fino all’assunzione di tutti gli idonei.
Questo è utile non solo a coprire tutti i posti che saranno vacanti e disponibili nell’anno scolastico 2021/2022, ma anche a scongiurare il ricorso a ulteriori ed eventuali reggenze, cui facilmente si potrebbe andare incontro in quanto assai probabile che non si riesca a ultimare una nuova procedura concorsuale in tempo utile.
Molto preoccupante risulta la situazione che si va prospettando, relativa alla mobilità dei dirigenti scolastici, nei prossimi 10 anni. La mobilità dei dd.ss. appena immessi in ruolo fuori della propria regione sarà ostacolata infatti da almeno tre fattori: il vincolo triennale di assegnazione alla propria sede, sancito dal contratto di lavoro; il limite del 30% delle sedi disponibili da riservare alla mobilità interregionale, previsto nello stesso contratto di lavoro; la sincronia con cui i dd.ss. si troveranno a chiedere la mobilità interregionale alla scadenza di ogni triennio.
Da una parte per ciascuna annualità gli USR renderanno disponibili solo poche sedi nelle diverse regioni, mentre dall’altra entrerà in gioco un gran numero di dd.ss. che chiederanno la mobilità. Il combinato disposto dei suddetti fattori rischia di rendere di fatto impossibile e bloccata per lungo tempo la mobilità interregionale per la maggior parte dei dirigenti scolastici da poco immessi in ruolo fuori regione che, per quanto prevista nel contratto, sarà per loro di fatto preclusa.
Per scongiurare il blocco completo della mobilità interregionale nei prossimi anni e impedire il rovesciamento di ogni criterio di merito nell’attuale procedura che di fatto penalizza in primo luogo i dirigenti scolastici assunti da tempo, proponiamo di adottare a partire dall’a.s. 2020/2021 la mobilità straordinaria su tutte le sedi disponibili prima delle nuove immissioni in ruolo e l’abolizione del tetto del 30% e di qualsiasi limitazione al numero delle sedi disponibili per la mobilità interregionale, con particolare riguardo anche all’anzianità di servizio maturata nel ruolo di dirigente e alla modalità di assunzione attraverso il concorso nazionale.
Sugli organici, infine, si è sottolineato come occorra ritornare ai parametri per l’assegnazione dell’autonomia scolastica previgenti al DPR 81/09 e alla legge 133/2008 per recuperare le 4 mila sedi soppresse.

Ripresa tavoli parti sociali

Riparte il confronto con le parti sociali in materia di pubblico impiego e previdenza. La CONFEDIR sarà audita al Ministero del Lavoro e Presidenza del Consiglio dei Ministri-Funzione Pubblica quale componente  sempre in prima linea in materia di miglioramento e sviluppo delle performances dirigenziali e tutela previdenziale.
Scarica il comunicato stampa.

news dalle federazioni

COMUNICATO STAMPA 
DIRIGENTI SCOLASTICI – UDIR presenta le sue proposte ai Deputati

La prima riguarda l’ultimo concorso con la richiesta di una mobilità straordinaria per i duemila presidi neo-assunti nella prima procedura nazionale, per favorire il rientro nelle regioni di residenza, e dello scorrimento delle graduatorie di merito per i cinquecento idonei. L’altra riguarda due temi cari a tutti quelli in servizio: la sicurezza e la valutazione. Il giovane sindacato chiede l’esonero dalla responsabilità penale e civile per lo stato degli edifici e da una valutazione non discussa con l’intera categoria e diversa dalle altre aree dalla dirigenza. Consulta la memoria.

news

Start Magazine – 18 Gennaio 2020
I conti che non quadrano nella legge di bilanciodi Michele Poerio e Carlo Sizia

news di Marco Perelli Ercolini

IN BREVE n. 2-2020 – INPS Mess_13 del 03genn2020 – INPS Circ_2 del_07genn2020
Allegato 1 – Allegato 2 – Francobolli programma-emissioni-2020-1sem – INPS Mess_4835 del 27dic2019 – INPS Circ_3 del 09genn2020 – Allegato n. 1 – Allegato n. 2 – Allegato n. 3 – Allegato n. 4

comunicato corte costituzionale

Corte Costituzionale
La Corte si apre all’ascolto della società civile – Comunicato dell’11 gennaio 2020

“In particolare, il nuovo articolo 4-ter delle Norme integrative per i giudizi davanti alla Corte costituzionale prevede che qualsiasi formazione sociale senza scopo di lucro e qualunque soggetto istituzionale, se portatori di interessi collettivi o diffusi attinenti alla questione in discussione, potranno presentare brevi opinioni scritte per offrire alla Corte elementi utili alla conoscenza e alla valutazione del caso sottoposto al suo giudizio”.

Eventi

 

 

Relazione 2019 al Parlamento e al Governo sui livelli e la qualità dei servizi
offerti dalle Pubbliche Amministrazioni
CNEL – 15 Gennaio 2020

NEWS DI MARCO PERELLI ERCOLINI

IN BREVE n. 1-2020 – INPS Circ_147 del 11dic2019 – INPS Mess_4827-24dic12019 – INPS Circ_160 del 27-12-2019 – Legge di bilancio 2020 – Legge 160-2019 di-bilancio-2020 – INAIL circ_37 del 30dic2019 – INAIL circ_34 del 17dic2019 – INAIL allegato 1 – DL162-2019-milleproroghe – INDICE BREVIA 2020