• «Non si può essere «dirigenti» o «guida» di altri senza la consapevolezza di tale responsabilità; e senza, nel contempo, l’umiltà di chi sa di dover rendere un servizio che, seppur di particolare delicatezza e importanza, non dà a chi lo presta diritti di privilegio»

    Vittorio Bachelet

IN EVIDENZA

Manovra di Bilancio 2021-2023
Il testo in Parlamento
Rivalutazione pensioni e contributo solidarietà
Decisione sconcertante della Corte Costituzionale-pubblicata la sentenza
Ministero del Lavoro 29-7-20
Tavolo tecnico sulla riforma previdenziale
Protocollo Sicurezza
La CONFEDIR sottoscrive il Protocollo Sicurezza
Rilancio Italia
La CONFEDIR interviene al CNEL

NEWS DI M. PERELLI ERCOLINI

IN BREVE n. 43-2020

INPS guida_in_7_passi_per_pensionati_pensionecittadinanza_agg_3_12_2019 – INPS Circ_116 del 02ott2020 – DOCUMENTO-FINALE-FNOMCEO_SIAARTI_22-OTTOBRE-2020_x – INL nota prot_896-2020   UE Direttiva_739-2020 –  INPS Mess_4078 del 03nov2020 – FUNZ_PUBB Decreto-19ott2020-SW-nella-PA

news udir

COMUNICATO STAMPA

DIRIGENTI SCOLASTICI – Tavolo Tecnico Nazionale sulla sicurezza emergenza Covid-19. UDIR: le nostre proposte darebbero supporto al sistema scuola

Ha avuto luogo il Tavolo Tecnico Permanente del Ministero della Pubblica Istruzione a cui hanno partecipato i sindacati rappresentativi; Udir ha inviato un documento con i punti da affrontare per far ripartire l’istruzione. Marcello Pacifico (Udir): Sin dalla nostra fondazione come sindacato abbiamo sempre sottolineato le criticità del sistema scolastico e le innumerevoli responsabilità che coinvolgono personalmente il dirigente scolastico. Le nostre proposte vogliono essere d’ausilio ai dirigenti scolastici, che sono sempre in prima linea; molti di loro ci hanno chiesto di essere guidati durante questa emergenza e noi lo stiamo facendo”

Ha avuto luogo il Tavolo Tecnico Permanente del Ministero della Pubblica Istruzione a cui hanno partecipato i sindacati rappresentativi. Il giovane sindacato UDIR, che tutela i dirigenti scolastici, ha inviato un documento con dei punti da affrontare per far ripartire l’istruzione in questo momento di emergenza Covid. UDIR, nel documento, ha sottolineato l’urgenza di predisporre un canale diretto e strutturato con le ASP di riferimento per l’immediatezza dei tamponi rapidi a seguito di comunicazioni da parte delle scuole, considerata la constatazione ad oggi di tempi dilatati, che hanno determinato forti ritardi e problematiche a catena nella gestione da parte dei dirigenti scolastici con l’aumentare dei casi Covid19 nelle istituzioni scolastiche. Udir ha affrontato il problema dei trasporti da potenziare nelle linee urbane ed extraurbane maggiormente frequentate dagli studenti. Ha specificato poi come sia necessario potenziare le misure di prevenzione, quale ad esempio l’utilizzo dei termo scanner obbligatori all’ingresso della scuola. Ha ribadito, nel documento, l’importanza di uniformare le modalità di certificazione al rientro a scuola nelle varie fasce scolastiche, a seguito di nota già trasmessa al Ministero.

IL PARERE DEL PRESIDENTE UDIR MARCELLO PACIFICO
Marcello Pacifico, presidente nazionale UDIR, ha affermato che “sin dalla nostra fondazione come sindacato abbiamo sempre sottolineato le criticità del sistema scolastico e le innumerevoli responsabilità che coinvolgono personalmente il dirigente scolastico, capo della scuola con, giustamente, onori e oneri. In un momento come questo, particolarmente delicato per la salute di tutti, il ruolo del ds si ricopre di altre responsabilità ed è compito del Governo proteggere tutti, anche sotto l’aspetto legale. Le nostre proposte vogliono essere d’ausilio ai dirigenti scolastici, che sono sempre in prima linea; molti di loro ci hanno chiesto di essere guidati durante questa emergenza e noi lo stiamo facendo”.

nuovo dpcm anti covid-restrizioni e coprifuoco

DPCM_COVID_03-11-20

news di m. perelli ercolini

IN BREVE n. 42-2020 – AG_ENTRATE Risposta_490 del 21ott2020 – Decreto-tari-tefa 2ott2020 – Articolo CAZZOLA Rivalutazione – contributo di solidarietà – Ferrari Oppiodi – Min_Lav DD_64-2020 – INPS Guida-in-8-passi-Pensione

comunicato stampa CEUQ-FEDAE

Roma – 26 Ottobre 2020
CEUQ-FEDAE – incontro all’Agenzia delle Entrate
Leggi il comunicato stampa.

news udir

COMUNICATO STAMPA
SCUOLA – Didattica a distanza: ora la responsabilità ricade sui dirigenti

Come da Dpcm, le scuole secondarie sono tenute a garantire almeno il 75% di Didattica a distanza. Se i dirigenti scolastici nei mesi scorsi si sono spesi per acquistare banchi, cercare di adeguare gli spazi e il personale al protocollo sulla sicurezza, ora, per le forti mancanze strutturali anche nei trasporti, si può chiudere l’istituto almeno fino al 23 novembre. Per Udir la scelta è sensata: “Adesso possibile disporne la chiusura se si riesce ad assicurare la didattica a distanza”

Dal Governo per la prima volta si obbligano le scuole secondarie a garantire almeno il 75% di Didattica a distanza a partire da oggi, fermo restando la chiusura degli istituti da parte delle Regioni, come risulta da una puntuale Nota ministeriale. Come si legge nel testo integrale e definitivo del Dpcm, art. 1 lettera s, la didattica a distanza sarà impartita almeno per una quota oraria del 75%. Tra le novità per la scuola c’è l’entrata posticipata, sempre nelle superiori, lo stop dei viaggi d’istruzione, le riunioni degli organi collegiali solo con modalità a distanza.
Se i presidi nei mesi scorsi si sono spesi per acquistare banchi, cercare di adeguare gli spazi e il personale al protocollo sulla sicurezza, ora, per le forti mancanze strutturali anche nei trasporti, si può chiudere l’istituto almeno fino al 23 novembre, se non per tutto l’anno. Secondo Udir, giovane sindacato dei dirigenti scolastici, forse è la scelta migliore: adesso è possibile disporne la chiusura se si riesce ad assicurare la didattica a distanza.
La norma, infatti, nasce dall’esigenza di fornire un servizio agli studenti, di decongestionare il flusso dei ragazzi nei mezzi pubblici con turni pomeridiani e aperture non prima delle nove, ma in molti sono dubbiosi sul fatto che poche ore in presenze alternate alla maggior parte a distanza possano essere utili. Tanto vale ricalibrare l’intera offerta formativa a distanza ed estenderla anche alla scuola primaria nella piena autonomia di ogni istituto.

news di m. perelli ercolini

IN BREVE n. 41-2020 – CASS sezIVpen sent28316-2020 – INAIL circ_36 del 19ott2020 – CASS Civ_Sez_ Lav n_21470-2020 – AG_ENTRATE Risposta n_484-2020 – Responsabilità equipe – INPS Circ_26 del 14febbr2020 – INPS Mess_1099 del 11mar2020 – AG_ENTRATE Risposta_491 del 21ott2020  –INPS Mess_3104 del 11ag2020

misure urgenti anti covid: aggiornamento DPCM

DPCM_COVID_24-10-20

RIVALUTAZIONE DELLE PENSIONI E CONTRIBUTO DI SOLIDARIETA’: SCONCERTANTE DECISIONE DELLA CORTE COSTITUZIONALE

Pubblicata la sentenza n. 234 della Corte Costituzionale e relativo comunicato a margine della decisione del 20 ottobre!

Start Magazine 12 novembre 2020
Pensioni INPS, che cosa ha stabilito la Corte Costituzionale – di Michele Poerio
Leggi l’
articolo edito da Doctor News del 9 novembre – le riflessioni del Prof. Michele Poerio e Dott. Marco Perelli Ercolini

[La Corte costituzionale ha ritenuto “ragionevole e proporzionato” il “raffreddamento della perequazione” delle pensioni oltre un certo importo (4 volte il minimo INPS) per il triennio 2019-2021 (di cui alla legge n. 145/2018), giudicandolo, pertanto, “legittimo”.
Il Prof. Michele Poerio, come responsabile nazionale della CONFEDIR  e della FEDER.S.P.eV. osserva, invece, che non può esserci alcuna ragionevolezza, né proporzionalità:] .
Leggi il comunicato CONFEDIR integrale. Edito anche su “La Gazzetta del Mezzogiorno” del 25 Ottobre 2020
Leggi il comunicato della Corte Costituzionale

 

 

rinnovo contrattuale dirigenti PCM

Rinnovo contrattuale per i dirigenti della Presidenza del Consiglio dei Ministri: è arrivata la bomba ad orologeria.
Leggi il comunicato stampa congiunto.