Comunicati

legge di bilancio: la confedir audita a Palazzo Chigi

Legge di bilancio 2019: iniqua e senza prospettive per il Paese

Oggi 21 dicembre si è tenuto a Palazzo Chigi un incontro tra le Parti sociali ed il Presidente Conte sulla legge di bilancio.
Il Segretario Generale Michele Poerio ha rappresentato preliminarmente tutto il disappunto della Confederazione sia per il metodo che per il merito di questa audizione a poche ore dal voto di fiducia.
Le due misure cardine del Governo: quota 100 e reddito di cittadinanza sono state dopo l’accordo con l’UE fortemente ridimensionate, mentre la terza rappresentata dal taglio delle cosiddette pensioni d’oro e abbattimento della perequazione oltre 1.500 € lordi mensili è stata notevolmente incrementata.
La CONFEDIR e il FORUM dei pensionati (15 sigle che rappresentano oltre 850.000 iscritti) respingono con forza tale posizione e si apprestano ad impugnarla in tutte le sedi giurisdizionali possibili. Si deve capire,una buona volta per tutte,che se è assolutamente doveroso ed etico aiutare i pensionati meno abbienti (QUELLI VERI), ciò deve avvenire a carico della fiscalità generale e non solo a carico dei pensionati cosiddetti d’oro.
Riteniamo necessario che le risorse debbano essere prioritariamente destinate agli investimenti in: infrastrutture pubbliche, sanità, istruzione e formazione, innovazione e ricerca. Gli investimenti pubblici sono il volano per produrre sviluppo e occupazione.
Al fine di realizzare quanto sopra per la CONFEDIR è indispensabile assicurare un forte impulso all’attuazione della riforma e al potenziamento della Pubblica Amministrazione.
Le risorse stanziate nella legge di bilancio sono insufficienti per i prossimi rinnovi contrattuali e devono essere incrementate quanto meno per il 2020 ed il 2021.
Per la CONFEDIR – ha dichiarato il Segretario Generale – una risposta adeguata ai problemi del Paese deve essere una legge di bilancio “coraggiosa” nel ricercare, con gradualità e lungimiranza, un nuovo equilibrio economico italiano, ed “impegnata” nell’affrontare seriamente i problemi del lavoro, dell’occupazione, dell’evasione, della giustizia, dell’immigrazione, della correttezza ed onestà della vita pubblica e privata, da cui solo potrà derivare vera crescita.
Lo strumento primario per abbattere le disuguaglianze e contrastare la povertà è il lavoro.

 

MANIFESTAZIONE PENSIONI

Grande successo all’assemblea di oggi 14 dicembre a Milano!
Il teatro era stracolmo, hanno partecipato circa 1000 persone, presenti stampa e tv. E’ stato molto apprezzato dai partecipanti l’intervento del Segretario Generale.  

L’Assemblea ha approvato una mozione che oggi stesso sarà sul tavolo delle maggiori Autorità dello Stato
Presidente della Repubblica compreso.

ASSEMBLEA APERTA contro il taglio alle pensioni
Milano – Venerdì 14 dicembre – Teatro Nuovo (Piazza San Babila 3)
10.30 – 13.00

Le Associazioni che hanno dato vita al patto di collaborazione, CIDA, Forum Nazionale Pensionati per l’Italia, CONFEDIR, ASSDIPLAR, Diplomatici in pensione SNDMAE, Associazione Nazionale dei Magistrati e degli Avvocati dello Stato in pensione (oltre 40 sigle associative fra le quali sette militari rappresentate dal Forum), hanno indetto una ASSEMBLEA APERTA per esprimere la loro più ferma contrarietà rispetto agli interventi previsti dal Governo per “tagliare” le cosiddette “pensioni d’oro”. Leggi il comunicato stampa.

 

Previdenza e bilancio

Il Sole 24 Ore – 7 dicembre 2018
Sulle pensioni più elevate taglio fino al 40%
Manovra oggi la fiducia

Alla luce dei preoccupanti provvedimenti in materia previdenziale che intende adottare il Governo la CONFEDIR ed il Forum Pensionati chiedono un urgente incontro al Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Giancarlo Giorgetti!

pensioni e tutela digitale

Convegno del 14 Novembre 2018 – Milano

audizione senato

Senato della Repubblica – Commissione Lavoro – Audizione CONFEDIR

Lunedì 26 novembre la CONFEDIR è stata audita in merito al Disegno di legge “Interventi per la concretezza delle azioni delle pubbliche amministrazioni e la prevenzione dell’assenteismo”.
Il Segretario Generale prof. Michele Poerio ha illustrato e consegnato una memoria confederale sul provvedimento in discussione, chiedendo più risorse per i prossimi contratti e l’istituzione di tavoli tematici con le Parti Sociali.

SCIOPERO dei MEDICI

Oggi… sciopero dei medici ospedalieri!

Qualcuno ha parlato ironicamente ma impropriamente di “Black Friday” della sanità riferendosi evidentemente allo “sconto” di decine di migliaia di interventi chirurgici fatto ai cittadini e all’altissima adesione (80 – 90%) allo sciopero.Qualcuno ha parlato ironicamente ma impropriamente di “Black Friday” della sanità riferendosi evidentemente allo “sconto” di decine di migliaia di interventi chirurgici fatto ai cittadini e all’altissima adesione (80 – 90%) allo sciopero.Preferisco lo slogan della manifestazione “ci fermiamo per un giorno per non fermarci per sempre”.Perché il pericolo è proprio questo: lo smantellamento della sanità pubblica che i medici vogliono assolutamente evitare!- Scioperiamo (garantendo sempre e comunque le emergenze) per lo sblocco del turnover fermo da circa 10 anni che dovrebbe realizzarsi con la cosiddetta legge di “concretezza delle azioni delle pubbliche amministrazioni”.
– Scioperiamo per il rinnovo del contratto di lavoro della categoria bloccato da circa 10 anni Continua a leggere

Eventi

Giornate di studio organizzate dall’UDIR

IO DIRIGENTE – Sicurezza – Salute – Retribuzione – Relazioni Sindacali

Rende – 17 Dicembre – Liceo Scientifico “Pitagora” – Locandina Rende
Napoli – 9 Novembre 2018 – ITI “Fermi-Gadda” – Locandina Napoli
Roma 8 Novembre 2018 – IIS Via dei Papareschi – Locandina Roma

PREVIDENZA

Lettera al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte
La CONFEDIR, insieme ad altre Associazioni ha scritto al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.
I nostri pensionati sono stati additati come “parassiti” da chi forse non immagina quanta fatica, quanti sacrifici siano necessari e quanti rischi comporti, diventare ed essere dirigenti, sia nel settore pubblico che in quello privato.
Abbiamo rivolto un appello al Presidente del Consiglio, perché sia accantonata la proposta di legge di intervento sulle pensioni già erogate e chiesto un incontro per un confronto in materia previdenziale .

Bilancio 2019

CONFEDIR al Ministro Bongiorno: più risorse per i prossimi contratti
ed il coraggio di modificare la Legge Brunetta

Oggi 13 novembre si è svolto a Palazzo Vidoni un incontro tra le Confederazioni sindacali del settore pubblico ed il Ministro Bongiorno sulla legge di bilancio.
Il Ministro nel suo discorso di apertura ha sottolineato gli interventi che ha posto in essere in questi mesi quali: “spingere” sui contratti, il disegno di legge concretezza, lo stanziamento di nuove risorse per l’assunzione di 450.000 persone, assicurando così la copertura del 100% del turn over, norme speciali per le assunzioni. Ha invitato così le Parti sociali a guardare e ad apprezzare i fatti concreti che sono stati posti in essere.
La CONFEDIR nel corso del proprio intervento ha affermato di apprezzare gli interventi posti in essere in questi mesi dal Ministro, ma non si è potuta esimere dal sottolineare le criticità che devono essere affrontate e non rinviate, se si vuole migliorare il funzionamento degli apparati pubblici ed assicurare servizi efficienti.
Le risorse stanziate nella legge di bilancio sono insufficienti per i prossimi rinnovi contrattuali e devono essere incrementate quanto meno per il 2020 ed il 2021. Continua a leggere

news

Start Magazine – 11 Ottobre 2018
Pensioni, ecco perché sarà impugnato il progetto giallo-verde D’Uva-Molinari
di Michele Poerio