Comunicati

Comunicato stampa FEDERS.P.eV.

Le fake news del Fondo Monetario Internazionale di Michele Poerio
Edito anche su Quotidiano Sanità del 14 giugno 2018

Trattative ARAN

Rinnovo del contratto area funzioni centrali: le OOSS chiedono tempi brevi,
maggiore autonomia e soluzioni contro la precarizzazione e intromissioni politiche

COMUNICATO STAMPA

Si è aperta oggi la trattativa all’ARAN per il rinnovo del CCNL per l’area delle funzioni centrali.
Le confederazioni CIDA, CODIRP, CONFEDIR e COSMED, sedutesi al tavolo con un documento unitario, hanno messo in rilievo i tanti problemi accumulati negli ultimi 8 anni di attesa per il rinnovo del contratto. Si tratta di problematiche mai risolte, da affrontare quanto prima, e il contratto dovrà offrire l’occasione giusta per farlo, accelerando i passaggi del confronto per recuperare il tempo perduto.
Le 4 Confederazioni hanno evidenziato soprattutto la necessità di trovare un corretto rapporto tra dirigenti, medici e professionisti e il mondo della politica, un reale contrasto alla precarizzazione della dirigenza e la possibilità di incrementare l’autonomia nell’esercizio delle funzioni.
Le confederazioni CIDA, CODIRP, CONFEDIR e COSMED nel corso degli anni si sono trovate spesso a dover affrontare questi problemi e oggi, al tavolo all’ARAN, hanno sollecitato le possibili risposte per l’area delle funzioni centrali.
Un’ulteriore richiesta da parte delle 4 Organizzazioni sindacali ha riguardato le modalità in cui andrà avanti la trattativa: secondo CIDA, CODIRP, CONFEDIR e COSMED, infatti, è importante che si prosegua per aree tematiche cosicché il confronto sia più organico per arrivare alla stesura definitiva del testo del contratto.

 

Convegno avvocati

Segnaliamo un interessante evento organizzato dall’UNAEP (Unione Nazionale Avvocati Enti Pubblici) che si terrà a Roma il 10 maggio p.v. dal titolo “Avvocati degli Enti Pubblici”.
Scarica la locandina.

Tavola rotonda

Diffondiamo la notizia di una tavola rotonda a Roma il 4 maggio dal titolo “La stagione contrattuale del pubblico impiego: presupposti, innovazioni e problemi aperti”. Scarica la locandina.

Tavola Rotonda

 “Basta Riforme. Serve un tavolo permanente con i sindacati e  le
confederazioni autonome per migliorare la PA”.

La dichiarazione CONFEDIR a margine della tavola rotonda tenutasi ieri alla Sala Cristallo dell’Hotel Nazionale tra i dirigenti del pubblico impiego e la compagine politica di diversi schieramenti intervenuta per dibattere sul tema della riforma della dirigenza. Leggi il comunicato stampa.

RASSEGNA STAMPA


Avvenire 16 feb  Capitale umano da salvare. L’appello dei dirigenti della PA
Libero 15 feb  – CONFEDIR, che rappresenta i dirigenti e le alte professionalità della Pubblica Amministrazione, chiede l’apertura immediata del tavolo di contrattazione all’ARAN per il rinnovo del contratto di lavoro dei dirigenti e propone, per il futuro, un tavolo permanente relativo alla dirigenza intorno al quale dovranno sedere politici e sindacati. Questa la ricetta, si legge in una nota, proposta dalla CONFEDIR durante una tavola rotonda sul tema, che si è tenuta ieri alla presenza di Luciano Ciocchetti (Noi con l’Italia), Stefano Fassina (Liberi e Uguali), Mauro Vaglio (M5S), Paolo Tancredi (Civica Popolare), Paola Zerman (Popolo della Famiglia). Intanto all’ARAN prosegue il confronto con le regioni e i sindacati dei medici per evitare lo sciopero dei camici bianchi.
Il Tempo 14 feb  – Pubblica Amministrazione tra riforme e contratti
12 feb
Lentepubblica – Dirigenti e professionisti della PA a servizio del Paese tra riforme e rinnovo dei contratti
L’OraDirigenti e professionisti della PA a servizio del Paese tra riforme e rinnovo dei contratti
Il Messaggero EconomiaStatali firmato in via definitiva il nuovo contratto per i dipendenti della PA
LeggoStatali firmato il nuovo contratto arretrati a febbraio separati dallo stipendio da 370 a 712 euro
InformIl 14 febbraio a Roma la tavola rotonda “I dirigenti ed i professionisti della PA a servizio del Paese tra riforme e rinnovo dei contratti”

*************************************

La CONFEDIR promuove una tavola rotonda per stimolare un confronto tra i rappresentanti politici dei diversi schieramenti dell’arco costituzionale sui punti dei programmi elettorali che interessano le categorie rappresentate. I temi della tavola rotonda verteranno sulle prospettive di una futura riforma della dirigenza da attuarsi nella prossima legislatura ed il rinnovo dei contratti di lavoro. L’evento si terrà a Roma in diretta streaming il 14 febbraio ore 10 presso l’Hotel Nazionale in Piazza Montecitorio 131. Leggi il comunicato stampa.

 

PON-GOV 2014-2020

29 Gennaio 2018: incontro del laboratorio permanente sul partenariato per la discussione di una bozza avanzata del progetto finalizzato all’Attuazione del Codice di Condotta Europeo sul Partenariato (Azione 3.1.3 PON Governance).

CONVEGNO pensioni 7 Febbraio 2018

“La verità sulle pensioni – Dialogo, rispetto e sinergie tra generazioni”

Evento di successo il convegno in materia pensionistica promosso da FEDERS.P.eV. e CONFEDIR.
Vivo interesse dei partecipanti ed interventi mirati e competenti  da studiosi del settore. Unanime la posizione delle associazioni presenti nel considerare punitive le politiche governative degli ultimi anni in materia previdenziale.
Scarica la locandina e il comunicato stampa.

Rassegna stampa dell’evento
Basta bufale sulle pensioni – di Giuseppe Pennisi
Resoconto del convegno – a cura di Stefano Biasioli
Pensioni in Italia e in Europa servono dialogo rispetto e sinergia – di Cinzia Boschiero

Agenzie fiscali

Pubblichiamo alcuni aggiornamenti sulle agenzie fiscali dal nostro referente DIRSTAT Dott. Pietro Paolo Boiano.

Caos fiscale scatta l’allarme – AdnKronos
Manovra risorse scarse – ANSA Economia
Le Agenzie fiscali e l’elusione della sentenza della Consulta – Lexitalia
Legge di bilancio 2018 fiducia al Senato le ultime novità
Tasse ipotecarie pagabili con la marca servizi – Il Sole 24 Ore
Lotta all’evasione fiscale le mancanze dell’Agenzia delle Entrate

La furbata sulle agenzie fiscali – La Notizia
I controlli fiscali – Il Messaggero
Note DIRSTAT sulle iniziative di competenza nei confronti dell’Agenzia delle Entrate
Interrogazione parlamentare Camera dell’On. Walter Rizzetto.

Eventi CNEL

Segnaliamo due eventi al CNEL consultabili ai links di riferimento: Brexit sfide ed opportunità e Rapporto sul Mercato del Lavoro e contrattazione collettiva 2016-2017.

CENSIS – 51° Rapporto Italia 2017

Grande affluenza oggi al CNEL, prestigiosa istituzione che, nella persona del suo maggior “cerimoniere”, il Presidente Tiziano Treu, ha ospitato il CENSIS per la presentazione del suo 51° rapporto sulla situazione sociale del Paese 2017.
Il Presidente TREU ha offerto una prima panoramica sul rapporto definendolo come “acuto” e dalle tinte “chiaro-scure” perché, malgrado l’Italia sembri uscire da un periodo economico fosco, dove comunque le performances e le eccellenze produttive esistono e si affiancano tra l’altro a potenze industriali indiscusse (come Germania e Giappone) si vive all’insegna di un “rancore sociale” che sottolinea ancora una strisciante crisi immateriale anche a dispetto di molti indicatori economici in crescita. Attraverso la presentazione lucida ed esaustiva del Segretario Generale CENSIS, Dott. Giorgio De Rita e del suo Direttore Generale, Dott. Massimiliano Valerii, si arriva alla considerazione generale che è quella che si stia chiudendo un lungo ciclo di sviluppo senza espansione economica e che se ne stia aprendo indubbiamente uno nuovo che però non rappresenta l’innovazione e non rappresenta lo starp up di processi inclusivi sociali concreti.
Diverse sono ancora le carenze che l’Italia deve colmare (tecnologia e manutenzione del territorio tra i focus principali) e forte ancora la percezione che lo sviluppo sociale viene ancora interpretato come un fatto astratto! L’Italia, indubbiamente in ripresa tra il 2013-2016 vive di un’economia “low cost” e sobria dove il riappropriarsi di un certo benessere soggettivo sembra bastare e relegarsi ad un ambito prettamente familiare facendosi sfuggire quindi molte opportunità di crescita e prospettive a medio e lungo termine.
Leggi anche contributo de La Repubblica e de La Stampa.